ilMioDono

Progetto Epilessia - Clinica Madrugada

Dettagli iniziativa Progetto Epilessia - Clinica Madrugada

L’epilessia è una patologia neurologica caratterizzata da crisi acute di perdita di coscienza e/o violenti movimenti convulsivi dei muscoli, dette crisi epilettiche. La prevalenza di questa patologia raggiunge i 12 casi per 1000 abitanti nell’Africa sub-sahariana, dove non viene trattata nel 90% dei casi. I motivi del mancato trattamento sono dovuti sia a credenze culturali, sia alla mancanza di strumentazione diagnostica e di disponibilità di terapie farmacologiche.
In tutto il territorio della Guinea Bissau manca un ambulatorio attivo per la diagnosi e il trattamento dei pazienti affetti da epilessia (oltre 22.000). La Clinica Madrugada, ormai attivo nel territorio Guineense dal 1991 (Campus Madrugada), si vuole proporre di realizzare il primo ambulatorio di Elettroencefalografia (EEG) per la diagnosi dei disturbi epilettici nel Paese. L’EEG è una tecnica non invasiva che consente di registrare l’attività elettrica cerebrale, e che viene utilizzata per diagnosticare la presenza di focolai epilettici nei pazienti sintomatici.
Per la realizzazione dell’ambulatorio sarà necessario l’acquisto di un Elettroencefalografo a 29 canali, un Laptop con software per la registrazione dell’attività cerebrale, uno stimolatore luminoso esterno, cuffie ed elettrodi per l’acquisizione del segnale, per una spesa totale stimata di € 10.000,00 (Diecimila/00 Euro).
Una volta installata la strumentazione verrà istruito il personale locale al suo utilizzo, mentre la lettura dei tracciati potrà essere effettuata sia da neurologi volontari presenti in loco, oppure a distanza, per via telematica remota, direttamente da neurologi in Italia.

Fai un gesto semplice dona adesso

  • 10€
  • 50€
  • 100€

Guarda le altre iniziative di

Servizio Dialisi - Clinica Madrugada

Progetto per la realizzazione, all'interno del complesso sanitario del Campus Madgrugada di Bissau, del primo servizio di emodialisi per malati renali acuti e cronici, vista la ricorrenza della patologia renale che necessita di un trattamento dialitico e l’assenza in Guinea Bissau di una struttura di riferimento. Il 9 marzo 2018 è stato effettuato con successo il primo trattamento dialitico. Tuttavia è necessario il consolidamento dell'impiantistica, in particolare per la produzione di acqua osmotica sterile ed apirogena. Ogni anno nel mondo oltre 13 milioni di persone muoiono di insufficienza renale. Di queste, 11 milioni vivono in Paesi a basso reddito. Per la stragrande maggioranza si tratta di giovani adulti, persone attive la cui perdita costituisce un grave danno per le società socio-economicamente fragili di cui fanno parte. Nei Paesi a basso reddito la dialisi non è quasi mai disponibile: vi può accedere meno del 5% dei pazienti che ne avrebbero necessità, specie nell'Africa sub-sahariana, soprattutto perché è costosa e per realizzarla serve una certa complessità di organizzazione. L'obiettivo è rendere l'accesso alle cure per l'insufficienza renale un diritto fondamentale per tutti. Natale 2019 segna l’avvio del progetto Dialisi@Madrugada mediante la spedizione di un container con tutto il materiale necessario per completare il servizio di dialisi. Il costo preventivato è pari a 17.350 € per la parte impiantistica e 11.850 € per il box coibentato che la contiene.

Scopri di più

PROGETTO APICOLTURA MADRUGADA

La Guinea Bissau è meravigliosa come i sorrisi della sua gente. Ma è anche poverissima. Altrimenti non saremmo stati qui a tediarvi con le nostre parole. Cosa possono fare due apicoltori veronesi per questo Paese? Possono insegnare agli abitanti del luogo come crescere nuclei di api locali per raccogliere un elemento importantissimo per la loro alimentazione. Il miele, infatti, è parte integrante della CREMA NUTRIZIONALE: un misto di anacardi, sesamo, farina del frutto del Baobab e, appunto, miele. Fondamentale per l'alimentazione dei bambini a cui fornisce calorie, proteine, zuccheri e grassi vegetali, oltre ad avere un ottimo sapore. La Crema Nutrizionale è, poi, un sostegno per le donne in gravidanza anemiche e per i pazienti in terapia per malattie come l'AIDS, la Tubercolosi, la Malaria, la malnutrizione. Insomma... serve! Potete contribuire come meglio credete: portateci un’arnia, una sceratrice, un bancale di vasetti, una tuta. Portateci un consiglio, un parere o una pacca d’incoraggiamento. Portateci un biglietto dell’Air Portugal. Portateci in Guinea Bissau e noi porteremo il nostro amore per le api. Che, poi, è il nostro amore per la vita! <span style="font-size:12.0pt;line-height: 107%;font-family:&quot;Tahoma&quot;,sans-serif">

Scopri di più

Galleria fotografica