ilMioDono

Un sogno in corsia

Dettagli iniziativa Un sogno in corsia

Il Progetto Ã¨ indirizzato a esaudire i sogni di bambini ospedalizzati e con gravi patologie: ha ottenuto adesione e targa di merito dal Presidente della Repubblica, Patrocinio di Presidenza del Consiglio, di Senato e Camera dei Deputati. L'iniziativa, operativa dal 2009 in 30 Reparti di 25 Ospedali Italiani, ha realizzato più di 150 sogni. Il progetto si attua con coinvolgimento prioritario di bimbi ricoverati: Ã¨ data possibilità di disegnare i loro sogni su fogli da disegno predisposti e consegnati con un kit completo di colori e matite. Obiettivo Ã¨ regalare al bimbo malato momenti di felicità: concretizzare sogni rappresenta per i piccoli pazienti evasione dalla realtà del proprio quotidiano, restituisce fondate capacità per affrontare al meglio malattia e cure.

Fai un gesto semplice dona adesso

  • 30€
  • 20€
  • 10€

Guarda le altre iniziative di

"Arredi per il Reparto di Pediatria dell'Ospedale Civile di Pescara"

Il Progetto Arredi PEDIATRIA O.C. PESCARA si propone di dotare l' U.O.C. diretta dal Dr. Giuliano Lombardi di nuovi arredi e lettini. Pediatria è un centro all'avanguardia in Pronto Soccorso e Day Hospital Pediatrico. Svolge servizio di riferimento regionale ed extraregionale per l'Emergenza/Urgenza di Endoscopia Digestiva Pediatrica e per le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali in età evolutiva, per Gastroenterologia Pediatrica ed Endoscopia Digestiva Pediatrica; riferimento regionale per le Malattie Rare. Fa parte della rete regionale ed aziendale per la prevenzione e la diagnosi del maltrattamento e l'abuso all'Infanzia. E' riferimento pediatrico per la diagnosi di deficit dell'ormone della crescita.

Scopri di più

Un buco nel muro

Il Progetto UN BUCO NEL MURO si propone con internet, di varcare la soglia dell'isolamento per i piccoli pazienti ricoverati in camere sterili. E' prevista la dotazione di strumenti e sistemi di comunicazione tecnologicamente avanzati che potranno alleviare il senso di solitudine per chiè costretto a vivere in piccole camere per diversi mesi, lontano dai suoi punti di riferimento abituali, quali la famiglia, gli amici e la scuola: con l'ausilio di un computer e la webcam all'interno della camera, il bambino può comunicare con i propri amici tramite la rete, il bambino in isolamento può interagire, cooperare, studiare e giocare Il progetto iniziato nell'Ospedale di Pescara, attualmente copre4 città, due al Nord e due al Sud: vorremmo estendere ad altri reparti e città l'iniziativa.

Scopri di più

Galleria fotografica