ilMioDono

Aiutaci a fare cose buone

Dettagli iniziativa Aiutaci a fare cose buone

Perché abbiamo bisogno del tuo aiuto? Vogliamo contrastare gli effetti negativi causati dall'emergenza COVID 19 e dal lockdown a cui siamo stati costretti e che ha interrotto le nostre produzioni e le vendite del nostro negozio, mettendo a rischio gli attuali livelli occupazionali della cooperativa, a iniziare dai posti di lavoro delle persone con disabilità intellettiva che lavorano nel laboratorio di trasformazione alimentare Comunità di Maddalena.

Un nuovo progetto per continuare a fare cose buone. La campagna di raccolta di donazioni è finalizzata ad avviare un nuovo progetto di collaborazione con alcuni piccoli produttori agricoli locali, che ci hanno proposto di trasformare le loro eccedenze produttive di frutta e verdura, eccedenze che non possono essere vendute sul mercato e che sarebbero altrimenti distrutte.

I macchinari che abbiamo attualmente a disposizione sono limitati e non ci permettono di avviare questo progetto di collaborazione che ci consentirebbe di incrementare i nostri potenziali produttivi, le nostre entrate e di mantenere i livelli di occupazione.

Grazie alle vostre donazioni, potremo:

- acquistare una macchina per le spremiture delle materie prime, una nuova cucina professionale e  un forno sterilizzatore;

- avviare il progetto di collaborazione coi piccoli produttori agricoli locali

- aumentare di almeno il 25% le nostre capacità produttive e il nostro fatturato

- salvaguardare i posti di lavoro dei lavoratori della cooperativa e in particolare quelli con disabilità.

Beneficiari indiretti delle vostre donazioni saranno anche i piccoli produttori agricoli locali, che non dovranno distruggere le loro eccedenze di frutta e verdura; ne beneficeranno anche la sostenibilità ambientale e la lotta agli sprechi.

Per i soci della cooperativa Radici nel Fiume, ricevere un sostegno finanziario non significa solo avere l’opportunità di affrontare con più mezzi e chance la crisi che stiamo vivendo a causa dell’emergenza COVID 19, ma anche di sentire il vostro calore e i suoi benefici effetti, che ci farà capire di non essere soli, avendo al nostro fianco chi crede nei valori della solidarietà umana e li sostiene concretamente.

https://www.youtube.com/watch?v=BdrAvIuj3vk    

https://www.varesenews.it/2019/12/regali-fanno-bene-radici-nel-fiume-alla-maddalena/882924/?fbclid=IwAR0GtrxQN-_7AtDDQ_YcWcoljqTdb0q8P6K3mi2YVl9VhjOqP9_gan1BezA 

https://www.youtube.com/watch?v=i_tGjJKtrwU 

 

Fai un gesto semplice dona adesso

  • 50€
  • 100€
  • 200€

Guarda le altre iniziative di

La ragione c'entra poco

La cooperativa sociale Radici nel Fiume onlus, fondata dall'associazione Anffas Ticino onlus di Somma Lombardo nel 2005, promuove questa raccolta di donazioni per sostenere l'iniziativa “La ragione c’entra poco” promossa in collaborazione con Anffas Ticino onlus. “La ragione c’entra poco” è una mostra collettiva di lavori di pittura su tela, carboncini su carta e sculture in ceramica, realizzati da 9 artisti dell’Atelier Espressivo I Pitturatori, uno spazio dedicato a diverse forme artistiche a cura di Anffas Ticino onlus. La mostra si terrà in uno spazio privato aperto al pubblico presso l’Arsenale Nord di Venezia, un luogo ricco di cultura, storia e arte, con una ricca collezione d’arte privata appartenente alla Fondazione Thetis. Avviato nel 1993, il percorso degli artisti del collettivo I Pitturatori si è sviluppato in questi anni ottenendo riconoscimenti e traguardi significativi, come ad esempio le collaborazioni pluriennali con la GAM - Galleria d'Arte Moderna di Torino, con la GAM e il MAGA di Gallarate, il progetto sul cibo presentato all'interno dell'EXPO 2015 di Milano e della Fondazione Umanitaria di Milano, le collaborazioni con diversi artisti e con scuole di ogni ordine e grado, le esposizioni in alcuni castelli viscontei e in diverse città della Lombardia e raccogliendo l'attenzione di quotidiani nazionali e locali. L'idea di esporre a Venezia le opere dell’Atelier Espressivo I Pitturatori, nasce dalla volontà di offrire al gruppo degli artisti l'opportunità di presentarsi e confrontarsi all'interno di una realtà intrisa di storia e dall'immenso valore artistico. Le opere selezionate, esprimono un mondo interiore spesso poco valorizzato per via della sua complessità, materializzandosi in forme espressive ed estetiche che fanno ritorno all'origine della creazione artistica, rivelandone l’essenza e ripercorrendo le tappe fondamentali di una lunga ricerca artistica e identitaria, mostrandosi agli occhi del pubblico in tutta la sua forza evocativa e comunicativa. La mostra - che doveva in origine tenersi dal 3 aprile al 8 maggio 2020 - è stata rinviata a causa della pandemia Covid 19 al prossimo autunno (le date saranno definite in base alle prossime ordinanze ministeriali sulla riapertura dei musei e delle mostre) presso lo Spazio Thetis, Arsenale Nord, Venezia. Maggiori informazioni sulle attività dell’Atelier Espressivo I Pitturatori

Scopri di più

Galleria fotografica