ilMioDono

Comitato di Gemellaggio e Cooperazione fra i Popoli

Comitato di Gemellaggio e Cooperazione fra i Popoli

Dettagli Organizzazione

Il Comitato di Gemellaggio nasce dalla volontà di un gruppo di amici che nel 1977 tornavano da un viaggio in Bangladesh, uno dei paesi più poveri e densamente popolati del mondo. Individuando nell'analfabetismo diffuso la causa principale di questà povertà decisero di attivarsi finanziando la costruzione di scuole e formandone i maestri. Oggi tramite missionari, volontari laici e la chiesa locale collaboriamo con 25 strutture scolastiche fra asili, scuole elementari e ostelli e sosteniamo a distanza 664 studenti. Istruzione, sanità, aiuto concreto alle famiglie più povere, intervento straordinario in caso di calamità naturale e contributi per la realizzazione di progetti artigianali, sono gli ambiti nei quali operiamo, prevalentemente in Bangladesh, ma anche in Africa e in America Latina.

Sostieni le iniziative in corso

Sostieni una scuola

Nel distretto di Mymensingh abbiamo costruito, negli anni 14 scuolette in altrettanti villaggi. Aiutaci a mantenerle efficienti. Abbiamo bisogno di fondi per gli stipendi degli insegnanti e gli interventi di manutenzione necessari, dato il clima monsonico e le frequenti alluvioni (riparazione porte e finestre, sostituzione del tetto, acquisto ventilatori ecc). In questi piccoli villaggi di tribali (popolazioni originarie del Bangladesh ancora oggi discriminate) la scuola non è solo un luogo dove i piccoli abitanti studiano, ma anche punto di incontro per gli adulti essendo l'unico locale abbastanza grande e illuminato. Sono strutture semplici ma importantissime per la vita del villaggio e per il futuro dei bambini che altrimenti non potrebbero pensare di inserirsi nella società bengalese.

Scopri di più

Scuola in Bangladesh

Lo scopo dell'iniziativa e' permettere al maggior numero possibile di bambine e bambini, la frequenza scolastica . La maggior parte delle famiglie bengalesi, puo' permettersi di mandare a scuola un solo figlio per qualche anno (in media fino alla seconda media italiana): poi in moltissimi lasciano gli studi per lavorare. Siamo ancora a oltre il 70% di analfabeti e la scuola ancora non e' in grado di dare molto perche', oltre al fatto che le strutture sono carenti ed inadeguate, anche l'insegnamento non e' ottimale, anzi.I bambini senza scuola sono in balia di loro stessi, senza alcuna speranza futura .

Scopri di più

Notizie

{{ elemento.propertyMap['jcr:title'] }}.

Leggi tutto