ilMioDono

Dopo l'ictus...c'è ALICe

Dettagli iniziativa Dopo l'ictus...c'è ALICe

ll progetto attua modalità di interventi per alleviare il disagio e il senso di abbandono che i pazienti e loro familiari percepiscono dopo le dimissioni. L'obiettivo è quello di aiutare i pazienti a mantenere le abilità funzionali recuperate e di creare situazioni di socializzazione per i pazienti e i loro familiari.  ALICe programma le seguenti attività due volte la settimana:
  • Attività motoria adattata divisa in gruppi secondo il grado di disabilità, sotto la guida di fisioterapisti  
  • Attività di stimolazione alla parola
  • Incontri collettivi con lo psicologo 
  • Laboratori teatrali e musicali
  • laboratori di comunicazione facilitata con l'utilizzo di sistemi informatici (tablet)
  • Sedute di Massaggio Plantareeseguito da esperti

 Tutte le attività si svolgono in sede a titolo gratuito.

Fai un gesto semplice dona adesso

  • 10€
  • 25€
  • 40€

Guarda le altre iniziative di

Un colpo in testa: l'ictus a teatro

Il progetto consiste nel mettere in scena l'esperienza dell'ictus come viene ricordata ed elaborata dalle persone colpite e dai loro familiari, al fine di una maggiore consapevolezza e accettazione della malattia. Lo scopo è anche quello di creare occasioni di socializzazione coinvolgendo attivamente i soggetti, che spesso percepiscono un sostanziale abbandono e fornire l'opportunità a i partecipanti di interagire tra loro, parlare, cantare, muoversi con coordinazione, esprimere le proprie sensazioni, attività utili per migliorare/mantenere il recupero fisico- psichico .

Scopri di più

ALICe parla agli stranieri

ALICe si propone di s ensibilizzazione gli immigrati sul problema dell'ictus cerebrale, diffondendo tra loro la conoscenza dei principali problemi di questa patologia, in particolare per quanto riguarda la prevenzione, che rappresenta il modo più efficace per combattere l'ictus. Il progetto si articola nelle seguenti tappe: individuazione delle comunità che si vogliono raggiungere e coinvolgimento dei loro rappresentanti; definizione dei contenuti e delle modalità dei messaggi da trasmettere; preparazione del materiale nelle varie lingue; individuazione delle strategie per la divulgazione del materiale e delle informazioni, utilizzando soprattutto luoghi di incontro e di socializzazione delle varie comunità.

Scopri di più

Aiutiamoli a rialzarsi

L'iniziativa si propone di acquistare una attrezzatura per la riabilitazione per pazienti con esito di ictus cerebrale, da destinare al servizio di Medicina Riabilitativa dell'ospedale di Mirandola (MO) . Lo strumento consiste in un rilevatore del movimento degli arti superiori di ultima generazione, che tramite particolari sensori, permette all'operatore di dispone di sistema di controllo del movimento estremamente preciso ed accurato, dando quindi la possibilità di correggere in tempo reale la dinamica degli atti motori alterati. Il presidio riabilitativo di Mirandola ha come bacino di utenza le zone a nord di Modena colpite dal terremoto del maggio del 2012. Lo strumento ha un costo di circa euro 1800 + IVA.

Scopri di più